fukushima

Dovranno pagare circa 13 trilioni di yen, 95 miliardi di dollari

Gli ex dirigenti della holding giapponese di servizi elettrici Tepco, Tokyo Electric Power Company Holdings, sono stati condannati dal tribunale di Tokyo al pagamento di un maxi risarcimento per danni, per non aver impedito la crisi del 2011 nella centrale di Fukushima.

Dovranno pagare alla società circa 13 trilioni di yen, pari a 95 miliardi di dollari.

La sentenza a favore degli azionisti, che hanno intentato la causa nel 2012, è la prima a ritenere gli ex dirigenti della Tepco responsabili di un risarcimento dopo che la centrale nucleare nel nord-est del Giappone ha causato uno dei peggiori disastri nucleari della storia innescati da un massiccio terremoto e tsunami nel marzo 2011.

di: Micaela FERRARO

FOTO: SHUTTERSTOCK