droga stupro ansa

Claudia Rivelli ha patteggiato

Claudia Rivelli, attrice e sorella di Ornella Muti, ha patteggiato un anno e cinque mesi dopo esser stata coinvolta in un’inchiesta sul traffico di droghe sintetiche. In casa sua gli inquirenti avevano trovato la droga dello stupro, Gbl, acquistata all’estero e sul dark web.

L’ex attrice di fotoromanzi deve rispondere delle accuse di importazione e cessione di sostanze stupefacenti perché “illecitamente dall’Olanda – si legge nel capo di imputazione dell’ordinanza del gip – con cadenze trimestrali, importava vari flaconi di Gbl provvedendo a inviarne parte al figlio residente a Londra dopo averne sostituito confezione ed etichetta riportante indicazione ‘shampoo’ in modo da trarre in inganno la dogana”.

Oltre a Rivelli sono coinvolti nell’indagine altri 39 imputati: di questi, tre hanno optato per il rito ordinario mentre gli altri per abbreviato e patteggiamento.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA