fbi

Denunciato un 34enne della provincia di Treviso che voleva eliminare un rivale in amore

Omicidi su commissione sul dark web con pagamento in criptovalute. Una storia degna di Hollywood che invece è accaduta in Italia. Un uomo è stato individuato e denunciato dalla polizia postale per aver commissionato l’assassinio di un “rivale in amore”.

L’apprendista assassino ha effettuato un pagamento in criptovalute per la commissione ma è stato beccato dall’FBI, che ha fatto partire una segnalazione alla polizia postale, dimostrando come la parte oscura della rete “finora ritenuta impenetrabile non sia più tale”, come gli stessi agenti sottolineano in una nota.

Secondo quanto emerso, si tratterebbe di un 34enne della provincia di Treviso. La vittima doveva essere un 45enne del trevigiano fidanzato della giovane di cui l’indagato era segretamente innamorato.

L’FBI ha avvisato la polizia postale in merito ad un 45enne del trevigiano potenziale vittima di un “servizio” a pagamento di omicidio su commissione. I primi accertamenti sulla rete della polizia postale di Treviso hanno permesso di dare un nome e un cognome all’uomo che, grazie al commissariato di pubblica sicurezza di Conegliano, è stato sottoposto ad una riservata attività di tutela per garantirne l’incolumità.

Le indagini hanno permesso di rintracciare tracce telematiche connesse ai pagamenti effettuati, e da qui si è risaliti al “mandante” dell’omicidio su commissione. Il 34enne, secondo l’ipotesi accusatoria, ha agito perché non corrisposto dalla giovane, di cui era segretamente innamorato. Da qui il piano criminale di “eliminare” il compagno per poter corteggiare liberamente la donna.

di: Micaela FERRARO

FOTO: SHUTTERSTOCK