Bergoglio condanna l’aborto e chiede a Biden “un esame di coscienza”

Papa Francesco ha parlato oggi di rinuncia alla carica, dichiarando che non ha intenzione di dare le dimissioni ma, se dovesse accadere, vorrà essere ricordato come “vescovo emerito di Roma”.

In un’intervista Bergoglio ha dichiarato che, in caso di dimissioni, vorrebbe essere considerato semplice “vescovo emerito di Roma” e non “Papa emerito”. Il Pontefice ha aggiunto che in quel caso vorrebbe dedicarsi alla confessione dei fedeli, alla pratica della carità e a visitare i malati. Infine ha elogiato la scelta di Benedetto XVI, dimesso nel 2013, che “conduce una vita di pensione, lettura, studio e scrittura”.

Nel corso dell’intervista è tornato sul tema dell’aborto e si è mostrato molto tagliente nella sua condanna, affermando che “dati scientifici” dimostrano che “un mese dopo il concepimento, il Dna del feto è già lì e gli organi sono allineati. È giusto eliminare una vita umana?“. Riguardo alla posizione favorevole del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, cattolico, alla tutela del diritto all’aborto, Francesco sottolinea che “lo lascia” alla sua “coscienza”.

di: Micaela FERRARO

FOTO: SHUTTERSTOCK