SHUTTERSTOCK

Si tratta di un docente di filosofia impiegato in un’ambasciata italiana all’estero

Un docente di filosofia, impiegato in un’ambasciata italiana all’estero, è stato arrestato oggi all’aeroporto di Fiumicino con l’accusa di violenza sessuale nei confronti della figlia 13enne.

A rivolgere le accuse all’uomo sarebbe stata la stessa ragazzina, che ha confidato ai suoi insegnanti gli abusi subiti, accertati anche dai referti medici del Bambin Gesù.

L’uomo era separato da tempo dalla moglie e di recente la minore aveva detto alla madre di non voler più vedere il padre.

Per lui è scattato l’arresto nel carcere di Regina Coeli.

di: Marianna MANCINI

FOTO: SHUTTERSTOCK