Blatter

Ai due un tribunale svizzero aveva contestato diversi reati fra i quali anche appropriazione indebita, amministrazione infedele e falso in documenti

Finisce l’incubo giudiziario per Michel Platini e l’ex presidente della Fifa, lo svizzero Sepp Blatter: entrambi sono stati assolti dall’accusa di truffa a danno della Fifa.

Gli ex numeri uno del calcio mondiale erano stati rinviati a giudizio in Svizzera; a Blatter era stato contestato il reato di truffa, appropriazione indebita, amministrazione infedele e falso in documenti, le stesse accuse rivolte al tre volte Pallone d’Oro Platini che ha dovuto rispondere anche del reato di concorso in amministrazione infedele.

Il Tribunale penale federale di Bellinzona ha però respinto le richieste della pubblica accusa che aveva chiesto per entrambi un anno e otto mesi di reclusione con la sospensione della pena.

Secondo l’accusa Platini aveva percepito “illegalmente, a spese della Fifa, il pagamento di due milioni di franchi svizzeri” da parte di Blatter per alcune attività di consulenza.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/EPA/ALESSANDRO CRINARI