Precipitato nel vuoto è stato visto da alcune persone che hanno attivato i soccorsi

Era circa mezzogiorno e mezzo quando un escursionista è morto, dopo essere precipitato per diversi metri. L’uomo, un valtellinese, stava percorrendo il tratto che unisce Alpe Angeloga al Lago Nero a circa 2.200 metri di altitudine.

Le persone che si trovavano più in basso lo hanno visto e hanno chiesto aiuto, dalla centrale Areu si è alzato in volo l’elisoccorso insieme alle squadre territoriali Soccorso Alpino. Indaga la Guardia di Finanza.

di: Flavia DELL’ERTOLE

FOTO: ANSA