Il sequestro preventivo delle Fiamme Gialle ha riguardato alcune imprese edili, di cui due molisane. Indagati i legali delle aziende

La Guardia di Finanza e la Procura di Campobasso hanno scoperto una maxi-truffa legata al superbonus: le fiamme gialle hanno eseguito un sequestro preventivo di diversi cassetti fiscali contenenti circa 54 milioni di euro di crediti d’imposta.

Scoperchiando l’illecito utilizzo di risorse pubbliche, gli inquirenti hanno individuato il coinvolgimento di varie imprese edili, di cui due molisane i cui legali sono ora indagati per truffa aggravata ai danni dello Stato, frode informatica ed emissione di fatture false per operazioni inesistenti.

«La misura cautelare del sequestro si è resa necessaria per evitare l’introduzione e la circolazione, nel circuito economico legale, di crediti di imposta fittizi che avrebbero potuto essere portati indebitamente in compensazione o ceduti a ignari intermediari finanziari, ai fini della loro negoziazione e conseguente monetizzazione» spiegano gli inquirenti.

A tale scopo sono stati sequestrati preventivamente anche 425mila euro a carico di una persona che era già riuscita a conseguire indebitamente la liquidità di una parte di questi crediti.

di: Marianna MANCINI

FOTO: SHUTTERSTOCK