L’uomo che gli ha rubato l’identità, Dayanand Gosain, è stato condannato a 7 anni di prigione

Si è finto per 41anni il figlio di un ricco proprietario terriero, assumendo l’identità di Kanhaiya Singh, scomparso nel 1977 nello Stato del Bihar, India nord-orientale, mentre tornava a casa da scuola.

L’uomo, Dayanand Gosain, è stato condannato a 7 anni di prigione con l’accusa di furto d’identità, imbroglio e associazione a delinquere.

Gosain aveva rifiutato di fornire un campione del Dna da confrontare con quello della figlia di Singh. 

Negli anni in cui Gosain ha indossato i panni di Kanhayia Singh ha frequentato l’università, si è laureato, si è sposato, ha votato, ha ottenuto un porto d’armi e ha amministrato le terre di “suo padre”. Si è anche costruito una famiglia, la quale si rifiuta di credere a tutta questa storia.

Del vero Kanhaiya Singh, ancora nessuna traccia. 

di: Federico ANTONOPULO

FOTO: PIXABAY