Laura Lonzi, maestra elementare a Calenzano, è morta per un raro carcinoma

Laura Lonzi, 37enne, maestra elementare a Calenzano, Firenze, ha perso la vita dopo aver combattuto per 8 mesi contro un raro carcinoma. Quando ha capito che la malattia avrebbe vinto, ha deciso di lasciare al figlio Tommaso, tre anni, un libro per ogni futuro compleanno.

«Nostro figlio crescerà nel ricordo di sua madre anche se non ha ancora compiuto tre anni», ha dichiarato il marito, Antonio Salerno.

Durante un’intervista rilasciata a La Repubblica, Salerno ha ripercorso gli ultimi mesi trascorsi con la moglie contro la malattia: «Abbiamo scoperto il carcinoma a settembre. A ottobre l’operazione e poi le chemio. Abbiamo visto medici in tutta Italia. Siamo andati fino in Germania per provare una nuova cura e inviato gli esami diagnostici anche negli Stati Uniti. Ad aprile – aggiunge – Laura aveva capito che non c’era più nulla da fare da prima che lo dicessero i medici. Ha iniziato a scrivere lettere per noi, per non lasciarci soli. Faceva finta di passeggiare, arrivava fino all’ulivo e sotto l’albero, poi ho scoperto, girava i video per me e Tommaso, per quando non ci sarebbe stata più. Ha scritto una lettera per quando nostro figlio andrà in prima media e per accompagnarlo nei giorni importanti della vita».

«Sono felice della vita che ho vissuto, mi sono divertita tanto. Ricordatevi di colmare i vuoti di Tommaso con magiche parole d’amore», ha scritto in una lettera letta al suo funerale, per poi aver sottolineato al marito di “sorridere tutti i giorni per nostro figlio“. I libri, i messaggi e alcuni regali sono stati consegnati dalla donna alla migliore amica, che avrà il compito di darli a Tommaso in specifici momenti.

di: Federico ANTONOPULO

FOTO: PIXABAY