Usò il suo sperma e non quello dei donatori anonimi

Secondo quanto sostenuto da una nuova ricerca pubblicata dal NLTimes, il ginecologo Jos Beek di Leiderdorp, mancato lo scorso 2019, avrebbe generato almeno 41 figli utilizzando segretamente il proprio sperma nel corso dei trattamenti di fertilità offerti alle proprie pazienti.

Beek ha lavorato presso l’ex ospedale Sint Elizabeth di Leidedorp, in seguito diventato parte del complesso medico Alrijne Zorggroep.

Dopo la richiesta dell’istituto di una commissione indipendente, è emersa la corrispondenza del DNA tra 21 individui nati e il ginecologo.

«Il bambino più vecchio (conosciuto) è nato nel 1975, il più giovane nel 1990», ha dichiarato il professor Didi Braat.

di: Federico ANTONOPULO

FOTO: PIXABAY