La discussione in riferimento all’omicidio del padre a Milano avvenuto nel 1979

Alberto Torregiani, figlio del gioielliere ucciso dai Pac di Cesare Battisti, avvenuto a Milano lo scorso 1979, omicidio che gli ha causato il carcere, dopo una lettera scritta da Battisti ad alcuni quotidiani, dove affermava di non pretendere di “mettermi nei panni delle vittime, mi sembrerebbe un insulto alla decenza: ma potrei tentare di assumere una parte del loro dolore se me lo permettessero», lo ha sollecitato a scrivere “ai suoi amici in Francia, perché si confrontino con la verità“.

Sempre Torregiani, ha aggiunto stop “scrivere ai giornali” e, riferendosi a Battisti, “agisca

di: Federico ANTONOPULO

FOTO: ANSA/SERENA CREMASCHI