Per l’ex fidanzata dell’imprenditore la Procura ha chiesto due anni e 8 mesi alla ex fidanzata

I pm di Milano in fase requisitoria in corso nel processo abbreviato a carico di Alberto Genovese, hanno parlato di “quadro di devastazione e degrado umano” dal quale ne conseguiranno richiesti condanne commisurate alla “gravità dei fatti“. Anche l’ex fidanzata di Genovese è imputata per concorso nella violenza nell’isola spagnola.

Di fronte al Gup Chiara Valori, l’aggiunto Letizia Mannella ha fornito un quadro generale il pm Rosaria Stagnaro ha parlato in particolare della mancanza di consenso delle ragazze.

Il pm Paolo Filippini ora sta parlando, a quanto si è saputo, per contrastare soprattutto la tesi difensiva del vizio di mente di Genovese per uso massiccio di cocaina, mentre oggi interverranno le parti civili, in particolare il legale Luigi Liguori, difensore della vittima all’epoca 18enne, è pronto a depositare una memoria in cui i danni calcolati sono saliti da 1,5 milioni a quasi due milioni di euro.

Mannella, Stagnaro e Filippini hanno chiesto una condanna a 8 anni di reclusione e il pagamento di una multa di 80mila euro, i pm hanno chiesto di concedere le attenuanti generiche per il percorso riabilitativo, terapeutico e di recupero che Genovese ha intrapreso. Per Sarah Borruso, ex fidanzata di Genovese e colpevole di concorso in violenza sono state richiesti due anni e 8 mesi.

Questo pomeriggio saranno ascoltati gli avvocati delle parti civili, il 18 luglio la difesa e la sentenza dovrebbe essere emessa il 19 settembre.

di: Federico ANTONOPULO

FOTO: ANSA/Matteo Corner / Z14