Erano in carcere dal 10 giugno per scambio elettorale politico-mafioso

Tronano in libertà il candidato al consiglio comunale di Palermo di Fratelli d’Italia Francesco Lombardo e il boss mafioso Vincenzo Vella. I due erano in carcere dal 10 giugno per scambio elettorale politico-mafioso, il tribunale ha riqualificato il reato in corruzione elettorale.

Lombardo era accusato di aver stretto un patto con il boss mafioso per avere appoggio in cambio di voti. Pochi giorni prima anche altri esponenti di partiti di centrodestra erano stati arrestati sempre a Palermo.

di: Flavia DELL’ERTOLE

FOTO: SAVERIO DE GIGLIO