Indagati imprenditore, del padre avvocato e di un dipendente del professionista

La guardia di finanza ha eseguito un sequestro preventivo nei confronti di un imprenditore, del padre avvocato e di un dipendente del professionista per aver finto di vendere uno yacht così da sottrarre all’erario una cifra pari a quattro milioni di euro.

I tre sono attualmente indagati per sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte sui redditi mediante la fittizia alienazione di un’imbarcazione di lusso. Il tribunale ha disposto il sequestro diretto dell’imbarcazione.

Il provvedimento in particolare è stata la cessione di proprietà del professionista ad un soggetto di nazionalità tunisina, essersi scoperto un domestico alle dipendenze del medesimo avvocato.

L’imbarcazione è stata venduta ad una società dei trasporti marittimi, rappresentata legalmente dal figlio del legalo. Dopo aver presentato ricorso, il legale ha ceduto nuovamente l’imbarcazione ad un prezo di oltre 430.000 euro.

di: Federico ANTONOPULO

FOTO: PIXABAY