scrocco ANSA/Franco Cautillo

Nel telefono del direttore responsabile della testata L’immediato è stato trovato un video della sera dell’omicidio

La sera del 17 maggio scorso Alessandro Scrocco veniva ucciso davanti al carcere di Foggia dove era detenuto in regime di semilibertà. Il 32enne stava scontando una pena di 16 anni e due mesi per l’omicidio di Giuseppe Speranza avvenuto il 2 gennaio del 2010.

Oggi la Procura di Foggia ha disposto il sequestro del cellulare di Francesco Pesante, direttore responsabile della testata foggiana L’immediato.

Nel telefono ci sarebbe un video registrato dalle telecamere del sistema di videosorveglianza del carcere.

La notte del primo gennaio del 2010, durante i festeggiamenti di Capodanno, Scrocco allora 19enne aveva sparato alcuni colpi per strada con un fucile a canne mozze, colpendo con alcuni colpi l’auto e il portone d’ingresso della casa della vittima.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/FRANCO CAUTILLO