siccità ANSA/PIERPAOLO FERRERI

Un 43enne del pavese attingeva alle risorse idriche di un canale manomettendone la paratìa per irrigare i propri terreni

La morsa della siccità in Lombardia (e non solo) sta scatenando una vera e propria “guerra dell’acqua”: un agricoltore del pavese è stato denunciato dai Carabinieri per aver “rubato” l’acqua da un canale manomettendo per due volte la paratìa e assicurandosi una maggiore quantità d’acqua per i propri terreni.

L’agricoltore aveva già manomesso la paratìa; in seguito è arrivata una prima segnalazione dal Consorzio di bonifica est Ticino Villoresi che ha invocato l’intervento di tecnici per chiudere la forniture d’acqua in eccedenza e ripristinare i livelli sui quantitativi previsti.

A quel punto l’uomo ha nuovamente danneggiato il lucchetto, ri-aumentando il flusso idrico a vantaggio del proprio terreno. A quel punto è stato individuato e denunciato.

L’uomo, un 43enne di Bereguardo (Pavia), è accusato di furto e danneggiamento.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/PIERPAOLO FERRERI