Tra gli imputati l’ex sindaca, Chiara Appendino, condannata a 18 mesi nel processo 

Stamattina, 23 giugno, è iniziato a Torino il processo di Appello in merito ai fatti drammatici dello scorso 3 giugno 2017 di piazza San Carlo, Torino, quando si scatenò il panico tra la folla che stava assistendo alla finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid, causando il ferimento di oltre 1.600 persone e la morte di due donne, Erika Pioletti e Marisa Amato.

Chiara Appendino, l’ex sindaca, è stata condannata a 18 mesi nel processo di primo grado con rito abbreviato per omicidio colposo e lesioni, medesima condanna per il suo ex capo di gabinetto Paolo Giordana, l’allora questore Angelo Sanna, l’ex presidente di Turismo Torino Maurizio Montagnese, ed Enrico Bertoletti, professionista che si occupò di parte della progettazione.

Difesa dall’avvocato Luigi Chiappero ed Enrico Cairo, Appendino è presente in aula, mentre Bertoletti ha rinunciato all’appello.

Tra gli imputati l’ex sindaca, Chiara Appendino, condannata a 18 mesi nel processo di primo grado con rito abbreviato per omicidio colposo e lesioni.

di: Federico ANTONOPULO

FOTO: ANSA/Red