duplice omicidio ANSA

Le due vittime, 29 e 30 anni, sono stati trovate prive di vita in un fondo agricolo ad Acireale

Un furto di arance: sarebbe questo il motivo della morte di Virgilio Cunsolo Terranova, 29 anni, e Vito Cunsolo, 30 anni, trovati privi di vita in un fondo agricolo di Acireale, in provincia di Catania. Il duplice omicidio è stato confessato da Giuseppe Battiato, agricoltore proprietario del campo.

Entrambe le vittime erano due catanesi del rione di Librino e sarebbero cugini. I loro corpi sono stati trovati in un agrumeto nella frazione di Pennisi dai Carabinieri dopo che alcuni parenti avevano lanciato l’allarme non vedendoli rientrare a casa.

I due, sorpresi a rubare nel fondo agricolo, sarebbero stati uccisi a colpi di arma da fuoco. L’uomo, fermato dai Carabinieri di Acireale, ha motivato il gesto con l’esasperazione per il continuo ripetersi dei furti di limoni nel suo agrumeto.

Battiato si sarebbe appostato per cogliere in flagrante i ladri e, con una dinamica ancora da ricostruire, avrebbe esploso i colpi che hanno ucciso i due.

La Procura di Catania ha aperto un’inchiesta per duplice omicidio.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA