Secondo un rapporto del colosso informatico, gli hacker di Mosca avrebbero hackerato i social e i siti dei ministeri degli Esteri e delle organizzazione umanitarie statunitensi e di altri Paesi vicini all’Ucraina

Secondo un rapporto Microsoft la Russia ha lanciato una cyber war a livello globale. Le agenzie di intelligence russe avrebbero hackerato numerosi obiettivi negli Stati Uniti e in altri Paesi vicini all’Ucraina, che hanno condannato l’invasione.

GStando al rapporto, gli hacker russi avrebbero di tentato di entrare nei social network (riuscendoci in quasi il 30% dei casi), di oltre 100 organizzazioni negli Stati Uniti e in altri Paesi dall’inizio del conflitto.

Gli obiettivi principali sarebbero i ministeri degli Esteri dei Paesi Nato, le organizzazioni umanitarie, i think tank, i gruppi IT e i fornitori di energia.

di: Francesca LASI

FOTO: SHUTTERSTOCK