Bruxelles: “stop nei parchi in città e incentivare alternative”

La Commissione europea, con l’obiettivo di dimezzare l’uso di pesticidi entro il 2030 rispetto al 2015, ne propone il divieto d’utilizzo all’intero dei parchi cittadini attraverso obiettivi vincolanti a livello sia europeo che nazionale. I parametri fissati dai Paesi dovranno rientrare in categoria definite e concordate.

Bruxelles vuole tirare la cinghia in merito all’utilizzo dell’agrochimica come soluzione, imponendo agli agricoltori misure di prevenzione e lotta biologica ai parassiti.

Inoltre, le misure includono anche la tenuta di registri obbligatori per i lavoratori del settore e altri utenti professionali, mentre gli Stati membri dovranno fissare norme specifiche per le colture capaci di individuare alternative valide al posto dei tipici pesticidi chimici.

di: Federico ANTONOPULO

FOTO: PIXABAY