Dopo l’iniziativa di Sorbillo, Flavio Briatore è tornato ad affrontare la polemica sulla pizza

Dopo le polemiche che in questi giorni stanno dilagando in merito alla pizza napoletana, Briatore ha risposto alle affermazioni di Gino Sorbillo che, sostenuto dal consigliere regionale Borrelli, ha dedicato la mattinata ad una lezione di pizza per poi terminarsi con assaggi gratis.

Durante la trasmissione radiofonica La Zanzara, ha dichiarato: «Ma io non lo so perché ce l’hanno con me. Io dico la verità, sfido chiunque a fare profitto se fai tutto normale con 4/5 euro. E’ impossibile. Quando vendi un prodotto vendi la qualità poi ognuno sceglie dove andare. Loro non prendono i prodotti che prendiamo noi, te lo garantisco. Gli stiamo dando una pubblicità – ha aggiunto – per aumentare il prezzo delle pizze, non l’hanno capito. Sicuro vogliono farsi pubblicità e ne approfittano di questo. Il consigliere Borrelli attaccandosi a questo carretto qui ha avuto un attimo di pubblicità perché credo che neanche i cugini lo conoscano».

La replica continua, e Briatore afferma in merito alla pizza napoletana: «A me la pizza napoletana non piace perché ha troppo contorno e molto lievito. A me piace la pizza romana, quella sottile. Ad esempio a Salerno fanno una pizza diversa, più sottile che a Napoli poi ognuno ha il suo gusto. Io preferisco mangiare la pizza romana. Non è vero che la pizza è napoletana, la mangi in tutto il mondo»-

Dopo i commenti negativi, Briatore ha dichiarato di voler aprire una pizzeria a Napoli: «Cerco di trovare una location, appena la trovo aprirò un Crazy Pizza a Napoli, città che amo».

di: Federico ANTONOPULO

FOTO: ANSA/DANIEL DAL ZENNARO