Il Cremlino accoglie positivamente la posizione negoziale del presidente francese “ha seguito coerentemente questa strada”

Se l’obiettivo finale è quello di “schiacciare la Russia”, l’Ucraina non avrà mai pace. Così il presidente Macron, di ritorno da Kiev, riprende le fila delle negoziazioni per fermare la guerra nel Paese.

Mentre questa mattina Scholz ribadiva che non esistono “diktat di pace” e che Kiev è l’unica a poter scegliere quale sia una soluzione equa per la risoluzione del conflitto, il presidente francese riporta il dibattito alla realpolitik.

«È qui che dico che vi sbagliate – spiega Macron alla tv francese BfmtvSe si fa così, non si otterrà mai una pace negoziata».

Il presidente spiega anche che nemmeno lo stesso Zelensky punta all’obiettivo di “schiacciare” Mosca: «difende la sua terra, e noi vogliamo aiutarlo a farlo».

«A volte abbiamo vinto la guerra e perso la pace».

Le posizioni di Macron sono state positivamente accolte anche dal Cremlino, che caldeggia una soluzione politico-diplomatica per l’Ucraina.

Il portavoce Peskov ha confermato di “apprezzare molto queste qualità” negoziali del presidente francese: «nonostante le differenze di fondo esistenti, Macron ha seguito coerentemente questa strada, che anche il presidente approva» conferma.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/EPA/LUDOVIC MARIN