L’uomo registrava videochiamate a sfondo sessuale con minorenni durante le quali si spacciava per loro coetaneo

Dopo lunghe ricerche, è stato rintracciato e arrestato a Roma l’insegnante della scuola primaria accusato di adescamento di minori e pedopornografia.

Secondo quanto ricostruito dalle indagini, scaturite in seguito a una denuncia giunta alla Polizia postale di Brescia dalla madre di una delle vittime, l’uomo registrava videochiamate a sfondo sessuale con minorenni, durante le quali lui si spacciava per un loro coetaneo grazie a un software capace di modificarne i tratti del volto.

L’insegnante, un 50enne di origini piemontesi, è risultato rintracciabile per mesi; infine, è stato individuato a Roma dove è stata eseguita una perquisizione domiciliare e informatica. Sequestrato uno smartphone nel quale sono stati trovati 144 fra video e immagini a carattere pedopornografico.

Il gip ha confermato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/POLIZIA