L’isola è di nuovo colpita dall’invasione degli insetti. La deputata Lucia Scanu lancia l’allarme: “30mila ettari colpiti dallo ‘tsunami cavallette’ “

La Sardegna centrale è di nuovo colpita da un’invasione di cavallette, che sta mettendo a rischio colture e pascoli.

Proprio per questo al question time il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Stefano Patuanelli risponderà a un’interrogazione della deputata di Coraggio Italia, Lucia Scanu, in merito a un intervento che ha definito “una catastrofe biologica”. Scanu ha chiesto che venga deliberato “quanto prima lo stato di calamità naturale” con aiuti urgenti per le imprese colpite.

Molti comuni hanno già dichiarato lo stato di calamità.

L’isola è vittima del fenomeno per il quarto anno consecutivo. Gli interventi avviati finora non hanno, però, arginato le dimensioni della catastrofe.

«I confini delle zone rosse, declinati nella carta del disastro, segnano la stratosferica cifra di 30mila ettari colpiti dallo ‘tsunami cavallette’ equivalenti a circa 30mila campi da calcio – ha dichiarato Scanu – Ogni cavalletta è in grado di consumare giornalmente una quantità di biomassa vegetale pari al suo peso corporeo: parliamo, dunque, di 200-300 tonnellate complessive totali in base al loro numero stimato».

Le cavallette si sono spinte fino alla 131 Dcn Nuoro-Olbia, schiantandosi sui parabrezza delle auto.

di: Francesca LASI

FOTO: ANSA/FABRIZIO FOIS