Il gruppo, guidato da Massimo Leopizzi, avrebbe estorto denaro al club, aggredito i giocatori e minacciato gli altri tifosi

16 persone potrebbero essere rinviate a giudizio per le presunte estorsioni al Genoa FC: questa è la richiesta firmata dal sostituto Francesca Rombolà e dal procuratore Francesco Pinto.

Massimo Leopizzi, Artur Marashi e Fabrizio Fileni, ultras, sono accusati dalla Procura di Genova di associazione per delinquere finalizzata all’estorsione e violenza privata per aver estorto al club calcistico dal 2010 al 2017 circa 327 mila euro. Gli altri 13 indagati non avevano accettato di farsi interrogare dopo l’avviso di conclusione delle indagini preliminari.

Ancora, secondo le accuse, gli indagati avrebbero aggredito giocatori e allenatori e imposto la “pace del tifo” in cambio di denaro. Vittime delle intimidazioni erano anche i tifosi che si rifiutavano di seguire le direttive impartite da Leopizzi.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/LUCA ZENNARO