La maggior parte dei feriti, soprattutto operai, hanno riportato lesioni superficiali. L’esplosione sarebbe stata causata da una perdita di ammonio

Un’esplosione in una fabbrica chimica nel sud dell’Iran, avvenuta ieri sera nella città meridionale di Firouzabad, nella provincia di Fars, a circa 770 chilometri da Teheran, avrebbe causato il ferimento di decine di persone.

A riportarlo è la tv di Stato iraniana secondo la quale l’incidente sarebbe stato causato da una perdita da un serbatoio di ammonio.

Stando a quanto dichiarato dal capo del dipartimento sanitario provinciale, Vahid Hosseini, su 133 feriti portati negli ospedali locali, per lo più operai, 114 sono stati successivamente rilasciati dopo le cure.

Non è il primo caso di incendio o esplosione in un sito industriale che si registra in Iran, causato soprattutto da guasti tecnici. A causa delle sanzioni economiche, infatti, il Paese fatica ad ottenere pezzi di ricambi e attrezzature.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/EPA/ABEDIN TAHERKENAREH