L’autrice di Come uccidere tuo marito è stata accusata di aver ucciso il coniuge

È stata condannata all’ergastolo Nancy Crampton Brophy, la scrittrice statunitense giudicata colpevole di aver ucciso il coniuge. La donna, 71enne, ha scritto nel 2011 un saggio dal titolo emblematico: “Come uccidere il proprio marito”, e secondo gli inquirenti e il giudice nella trama è descritta proprio la dinamica dei fatti.

Secondo quanto dichiara la sentenza, Crampton Brophy avrebbe agito per ottenere gli indennizi delle 10 assicurazioni sulla vita: ha sparato quattro colpi di pistola contro l’uomo mentre era al lavoro.

La ricostruzione racconta che Crampton Brophy avrebbe costruito una pistola mettendo insieme i pezzi provenienti da varie armi, si sarebbe tenuta lontana dalle telecamere di sicurezza e avrebbe ucciso il marito la mattina del 2 giugno del 2018 nella scuola di cucina dove lui insegnava, in un posto e in un momento con pochi testimoni. La tesi della procura è che lo abbia fatto per provare a ottenere gli indennizzi delle 10 assicurazioni sulla vita che la coppia aveva sottoscritto, che ammontavano in totale a circa 1,4 milioni di dollari (circa 1,3 milioni di euro).

Secondo la difesa invece Daniel Brophy, la vittima, è morto durante un tentativo di rapina e l’assassino sarebbe ancora a piede libero. La pistola posseduta dalla moglie le serviva semplicemente a scopo di ricerca per i suoi libri.

di: Micaela FERRARO

FOTO: SHUTTERSTOCK