Dei cartelli sono stati affissi a degli alberi nel centro della città, con intimidazioni nei confronti del pm Ludovico Vaccaro

Ieri pomeriggio a Foggia sono stati affissi dei cartelli con minacce nei confronti del procuratore del capoluogo Ludovico Vaccaro e di un maresciallo dell’Arma dei Carabinieri.

I cartelli, scritti a mano e affissi sui tronchi degli alberi nella zona pedonale della città, recitavano: «procuratore Vaccaro visto che mi costringi a diventare un assassino, ti ammazzerò».

In un altro cartello si leggono minacce rivolte a un Carabiniere: «quale diritto divino hai di umiliarmi in questo modo? Come si permette? Quanto ti passa il “verme” per evitare di essere cacciato dall’Arma? Lurido cornuto e delinquente nato».

Un testimone ha riferito all’Ansa di aver visto “un uomo di circa 60 anni che attaccava questi manifesti“.

I carabinieri stanno acquisendo i filmati delle telecamere di videosorveglianza dell’area grazie alle tante attività commerciali presenti in zona.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/TATIANA BELLIZZI