Zelensky “servono moderni sistemi di difesa missilistica”

Una nuova indagine di Amnesty International svela nel dettaglio le modalità con le quali l’esercito russo sta portando avanti l’offensiva in Ucraina; l’ong ha pubblicato un report sull’uso di missili e munizioni a grappolo, entrambi ampiamente banditi dalla convenzione mondiale del 2008, cui la Russia però non ha aderito.

La Russia, secondo quanto riportato da Amnesty, sta conducendo “attacchi indiscriminati” a Kharkiv con distruzione di massa del territorio e la morte di decine e decine di civili. L’ong ribadisce anche che è fondamentale che “tutti gli autori siano assicurati alla giustizia”.

Nel frattempo, il presidente Zelensky torna a rivolgersi all’Occidente per chiedere sostegno militare: «l’Ucraina ha bisogno di moderni sistemi di difesa missilistica» ha ribadito il presidente nel corso della sua diretta.

«Dal 24 febbraio, 2.606 missili da crociera russi hanno colpito l’Ucraina. – aggiunge – Queste sono vite che potrebbero essere salvate, queste sono tragedie che avrebbero potuto essere evitate se l’Ucraina fosse stata ascoltata».

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/EPA/SERGEY KOZLOV