La presidente della Commissione ha invocato una posizione unitaria del Consiglio sullo status dell’Ucraina, invitando a “non essere timidi e con una mentalità chiusa”

Di ritorno dal suo viaggio in Ucraina, il secondo dall’esplosione del conflitto, Ursula von der Leyen si rivolge all’Europa e lancia una sfida ai 27: «uscire dal Consiglio europeo con una posizione unitaria che rifletta la grandezza di queste storiche decisioni», vale a dire la concessione a Kiev dello status di candidato Ue.

«Il mio auspicio è che guardando indietro, in questi ultimi 20 anni, possiamo dire di aver preso la giusta decisione» ha rilanciato la presidente della Commissione che ha invitato i Paesi membri a “non essere timidi e con una mentalità chiusa“.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/TWITTER/URSULA VON DER LEYEN