La Polizia ha fermato un gruppo di estremisti appartenenti al movimento di alt right Patriot Front a bordo di un camioncino e in tenuta antisommossa

Ieri sera a Coeur d’Alene, in Idaho negli Usa, un pride Lgbtq ha rischiato di trasformarsi in una carneficina quando 31 persone afferenti al gruppo estremista Patriot Front sono state arrestate mentre si avvicinavano alla folla in equipaggiamento antisommossa e a bordo di un camioncino.

La segnalazione di un cittadino “che ha riferito di circa 20 persone in un furgoncino U-Haul con indosso il volto coperto e che sembravano un piccolo esercito” ha richiamato l’attenzione della Polizia che ha fermato il camioncino accusando le persone al suo interno di “cospirazione alla rivolta”.

Il camioncino in effetti avrebbe avuto proprio lo scopo di raccogliere “volontari” in giro per il Paese e da diversi Stati per poi seminare il caos ad eventi Lgbtq.

«Avevano protezioni, parastinchi, attrezzature antisommossa e almeno un fumogeno» spiega anche la Polizia, cui i Patriot Front non sono sconosciuti.

Il gruppo di suprematisti neonazisti, afferente alla galassia dell’alt right, è guidato da Thomas Ryan Rousseau, già leader di un altro movimento di estrema destra chiamato Vanguard America.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/EPA/ETIENNE LAURENT