L’ex senatrice è stata giudicata per le sue azioni precedenti al colpo di Stato contro Evo Morales

La corte di primo grado di La Paz, la capitale della Bolivia, ha condannato a 10 anni di reclusione l’ex presidente ad interim, Jeanine Añez, “per i reati di risoluzioni incostituzionali e negligenza al dovere”.

Añez, salita alla presidenza il 12 novembre del 2019 e in custodia cautelare da 15 mesi, avrebbe condotto un colpo di Stato contro il suo predecessore di sinistra Evo Morales nel 2019. Secondo i suoi oppositori, inoltre, avrebbe commesso una frode elettorale per rimanere al potere per il quarto mandato consecutivo fino al 2025.

La 54enne sconterà la sua condanna nel carcere femminile di La Paz.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/EPA/Martin Alipaz