Il presidente possiede “due fucili” e sottolinea il lungo addestramento a cui vengono sottoposte le forze armate per maneggiare le armi

Il presidente statunitense Joe Biden ribadisce il bisogno di norme più restrittive sulle armi ma ammette di possedere “due fucili”.

A una raccolta fondi ha infatti affermato: «il Secondo Emendamento non è assoluto. Ci sono motivi per cui le forze armate impiegano molto tempo ad addestrare qualcuno. Non è facile prendere un fucile o una pistola e far esplodere il cervello a qualcuno» – aggiunge, deridendo l’idea dei repubblicani di armare gli insegnanti per aumentare la sicurezza nelle scuole.

Intanto proseguono le proteste in strada per chiedere una riforma delle armi: in migliaia scendono in piazza, da New York a Washington, per March for Our Lives con l’obiettivo di aumentare la pressione sul Congresso affinché agisca e approvi una riforma.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA