La Polizia postale ha sgominato due gruppi distribuiti in 10 città d’Italia che violavano i circuiti di sicurezza di abitazioni private ma anche piscine, palestre e studi privati

Nell’ambito dell’operazione Rear Window la Polizia postale ha sgominato due gruppi criminali che spiavano i cittadini “intrufolandosi” negli impianti di videosorveglianza di abitazioni private ma anche spogliatoi di palestre, piscine e studi privati.

L’operazione ha riguardato 10 città d’Italia, dove sono state effettuate altrettante perquisizioni domiciliari e informatiche che hanno portato al sequestro di diverso materiale informatico.

Questi contenuti trafugati illegalmente venivano poi rivenduti per 20 euro sul web, dove attraverso Telegram si pubblicizzavano i video e si offriva anche la possibilità, con un ulteriore abbonamento di 20 euro, di entrare a far parte del gruppo “Vip” e assistere alle dirette nelle case e nelle palestre.

Al momento sono indagate 11 persone.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/EPA/OLIVER BERG