Sergey Razov è stato convocato oggi alla Farnesina per le sue dichiarazioni sull’atteggiamento dei media italiani

L’ambasciatore russo in Italia Sergey Razov, convocato oggi dalla Farnesina, “si è soffermato sulle dichiarazioni talvolta inaccettabili di alti funzionari italiani nei confronti della Russia e della sua leadership

Lo riferisce l’ambasciata russa che fa sapere che Razov ha sottolineato che “la linea di propaganda che sta dominando nei media italiani difficilmente può essere qualificata altrimenti che come ostile”.

«Ha chiesto moderazione ed equilibrio, tradizionali per la politica estera italiana – si legge nel comunicato dell’ambasciata russa – nell’interesse del mantenimento di relazioni positive e di cooperazione tra i popoli russo e italiano a lungo termine».

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha dichiarato che Mosca è pronta a colpire territori ucraini più lontani dai propri confini se la portata delle nuove armi che Kiev riceverà dall’Occidente sarà maggiore.

«Il presidente Vladimir Putin ha già commentato la situazione che emergerà con l’arrivo di nuovi armamenti – ha affermato Lavrov durante una conferenza stampa, citato dalla Tass io posso solo aggiungere che più lunga sarà la gittata degli armamenti che fornirete, più noi sposteremo avanti dal nostro territorio la linea oltre la quale la presenza dei neonazisti verrà considerata una minaccia per la Federazione Russa».

di: Francesca LASI

FOTO: ANSA/ALESSANDRO DI MEO