Secondo le prime ricostruzioni si tratta di Gheorghe Paraschiv, romeno 55enne senza fissa dimora. Ancora ignote le cause della morte per le quali si attende l’esame autoptico

Il cadavere trovato in un sacco nella campagna di Scisciano, in provincia di Napoli, ha un nome: si tratterebbe di Gheorghe Paraschiv, un cittadino romeno di 55 anni.

Secondo quanto appreso dai Carabinieri, si tratterebbe di un senza fissa dimora; nelle prossime ore verrà eseguito l’esame autoptico sul cadavere nell’ambito delle indagini coordinate dalla Procura di Nola.

Il corpo dell’uomo era in in parziale stato di decomposizione ed è stato trasportato al Secondo Policlinico di Napoli. Al momento restano ignote le cause del decesso anche se dai primissimi accertamenti del medico legale non sono emersi segni di lesione.

Sulle cause della morte, che si presume sia stata violenta visto il ritrovamento nel sacchetto, non si esclude nessuna ipotesi.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/SARA SERGI