La Procura di Roma ha avviato un’indagine, al momento contro ignoti, per delitti colposi di pericolo

La Procura di Roma ha ordinato il dissequestro dell’area in cui è deragliato il treno ad alta velocità della linea Torino-Napoli che ha urtato, con la motrice di coda, l’ingresso della galleria della Serenissima. Sono state dissequestrate anche 11 carrozze passeggeri.

La Procura inoltre, ha avviato una indagine, al momento contro ignoti, per delitti colposi di pericolo. I magistrati hanno affidato una consulenza per chiarire la dinamica dell’incidente. 

«Sono iniziate le prime attività di ripristino della funzionalità del tratto di linea ad alta velocità Roma – Napoli, nei pressi di Roma Prenestina, dove venerdì la locomotiva di coda di un treno AV è sviata, restando in posizione verticale, ma arrestando la corsa del convoglio e arrecando alcuni danni all’infrastruttura» ha spiegato FS nell’ultimo aggiornamento nel quale specifica che “le attività prendono il via dopo la comunicazione di dissequestro dell’area da parte dell’Autorità giudiziaria. Si stima che in circa tre giorni sarà possibile riavviare la circolazione ferroviaria su entrambi i binari di questo tratto interessato”.

«I treni AV continuano a percorrere gli itinerari alternativi via Formia e via Cassino con allungamento dei relativi tempi di viaggio – continua l’aggiornamento – È in corso la riprogrammazione del Trasporto Regionale, il cui programma di dettaglio sarà pubblicato nelle prossime ore su tutti i canali di informazione di Trenitalia».

di: Francesca LASI

FOTO: ANSA/VIGILI DEL FUOCO