Il leader del Cremlino: “se Kiev avrà missili a lungo raggio colpiremo ancora”

Il presidente russo Vladimir Putin torna a scagliarsi contro l’Occidente accusando i leader di Nato e Ue di “trascinare” il conflitto mandando nuove armi e passando alle minacce dirette, annunciando che verranno colpiti nuovi siti se Kiev riceverà razzi a lungo raggio.

«Tutto questo trambusto per ulteriori consegne di armi ha un solo obiettivo: trascinare il conflitto armato il più a lungo possibile – ha dichiarato. – La fornitura di sistemi missilistici a lancio multiplo americani all’Ucraina sostanzialmente non cambia nulla, dal momento che l’esercito ucraino è armato con sistemi simili della produzione sovietica Grad, Smerch, Uragan. Se l’occidente consegnerà a Kiev missili a lungo raggio ne trarremo le dovute conclusioni e useremo le nostre armi per colpire siti che non abbiamo ancora colpito».

di: Micaela FERRARO

FOTO: SHUTTERSTOCK