Il francese stacca su tutti. Maxi incidente per Nakagami, Bagnaia e Rins. Bastianini scivola in curva e si ritira

Il GP di Catalogna è di Fabio Quartararo, che si aggiudica la prima posizione gareggiando durante l’ultimo giro in solitaria, confermando i 6″ di stacco su tutti gli altri.

A pochissimi minuti dall’inizio, Nakagami, Bagnaia e Rins sono stati coinvolti in un maxi incidente. Nakagami stacca troppo forte e scivola, trascinando giù anche Rins, che tocca la gomma posteriore di Bagnaia, finisce a terra anche la Ducati di Pecco. Francesco Bagnaia prova a ripartire ma nulla da fare: è costretto a rientrare in box. Dopo un’attenta analisi della direzione, non è stata presa nessuna azione contro i piloti.

Davide Tardozzi: «Ci aspettiamo che la direzione gara prenda provvedimenti contro Nakagami, a inizio carriera si insegna che le gare non si vincono alla prima gara, al massimo si perdono alla prima gara», dichiara il Team Coordinator di Ducati.

Per gli italiani una giornata difficile: Bastianini e Giannantonio finiscono per terra dopo una scivolata in solitudine in curva.

Colpo di scena durante la gara: Espargaró saluta il pubblico convinto di aver finito la gara, ma in realtà manca ancora un giro e retrocede al 5° posto dopo aver conquistato con determinazione il secondo posto. Un evento mai visto fino ad ora durante un motomondiale.

LIVE

14:42
QUARTARARO CONQUISTA IL GP DI CATALOGNA
L’ordine di arrivo a Barcellona:

1    F. QUARTARARO    40:29.360
2    J. MARTIN    6.473
3    J. ZARCO    8.385
4    J. MIR    11.481
5    A. ESPARGARO    14.395
6    L. MARINI    15.430
7    M. VIÑALES    15.975
8    B. BINDER    21.436
9    M. OLIVEIRA    26.800
10    A. MARQUEZ    30.192

14:41
Giro 23 – Quartararo fugge in solitaria!

14:39
Giro 22 – Quartararo sembra ormai aver confermato la posizione: ha 6 secondi di vantaggio!

14:37
Giro 21 – Espargaró spinge nel rettilineo e supera Martin! Conquista la seconda posizione

14:36
I distacchi a 5 giri dall’arrivo:

1    F. QUARTARARO    33:48.207
2    J. MARTIN    +5.846
3    A. ESPARGARO’    +5.944
4    J. ZARCO    +6.306
5    J. MIR    +10.057
6    L. MARINI    +11.712
7    M. VINALES    +13.579
8    B. BINDER    +17.829
9    M. OLIVEIRA    +22.028
10    A. MARQUEZ    +24.504

14:34
Giro 19 – Zarco potrebbe approfittare della gomma dura posteriore per spingere negli ultimi giri! Quartararo ha oltre 5 secondi di vantaggio su Martin

14:31
Giro 17/18 – Dovizioso rientra ai box. Espargaró lotta con Zarco che si avvicina pericolosamente

14:30
Giro 16 – Jorge Martin sorpassa Aleix Espargaró sull’interno

14:29
I distacchi a 10 giri dall’arrivo:

1    F. QUARTARARO    25:20.981
2    A. ESPARGARO’    +4.774
3    J. MARTIN    +4.792
4    J. ZARCO    +5.222
5    J. MIR    +8.291
6    L. MARINI    +9.277
7    M. VINALES    +11.186
8    B. BINDER    +14.281
9    M. OLIVEIRA    +16.942
10    A. MARQUEZ    +19.094

14:25
Giro 14 – Franco Morbidelli sale al 13esimo posto

14:24
Giro 13 – Quartararo conferma il suo vantaggio su Aleix Espargaró a quattro secondi

14:17
Giro 10 –  Aleix Espargaró stacca brillantemente e porta la sua Aprilia in seconda posizione

14:16
Giro 9 – Caduta anche per Fabio Di Giannantonio alla curva 13

14:13
Giro 6/7/8 – Bastianini in grande rimonta, ma poco dopo scivola da solo in curva. La sua gara finisce qui. Marini guadagna tre posizioni, confermandosi al sesto posto

14:12
I distacchi a 20 giri dall’arrivo

1    F. QUARTARARO    8:33.172
2    J. MARTIN    +1.703
3    A. ESPARGARO’    +1.878
4    J. ZARCO    +3.193
5    J. MIR    +5.451
6    L. MARINI    +5.728
7    E. BASTIANINI    +6.628
8    M. VINALES    +6.736
9    P. ESPARGARO’    +7.432
10    B. BINDER    +7.475

14:10
Giro 5 – Caduta per senza conseguenze Bezzecchi. Rins al centro medico, avverte dolore al polso sinistro e alla mano destra

14:07
Giro 3 – Quartararo mantiene la prima posizione davanti a Martin. Lo spagnolo della Ducati ha superato Aleix Espargaró

14:03
Subito un maxi incidente! Per terra Nakagami, Bagnaia e Rins!

14:02
Eccellente partenza di Quartararo, che sale al primo posto strappando la posizione a Espargaro

14.01
CI SIAMO! I piloti si posizionano

13:59
Inizia il giro di ricognizione!

CIRCUITO

Un tracciato lungo 4700 metri, con 14 curve, 6 a sinistra e 8 a destra. Larghezza medio-ampia di 12 metri e un rettilineo di oltre un chilometro: è questo il circuito che oggi, 5 giugno, i motocilisti affronteranno. La staccata più dura è alla prima curva: le moto passano da oltre 340 km/h a 99 km/h in 5,6 secondi durante i quali percorrono 275 metri.

GRIGLIA DI PARTENZA

  1. Fila: 1. Aleix Espargaro (Aprilia); 2. Bagnaia (Ducati); 3. Quartararo (Yamaha); 
  2. Fila: 4. Zarco (Ducati Pramac); 5. Di Giannantonio (Ducati Gresini); 6. Martin (Ducati Pramac); 
  3. Fila: 7. Rins (Suzuki); 8. Vinales (Aprilia); 9. Marini (Ducati VR46); 
  4.  Fila: 10. Pol Espargaro (Honda); 11. Miller (Ducati); 12. Nakagami (LCR Honda) 
  5. Fila: 13. Bezzecchi (Ducati VR46); 14. Bastianini (Ducati Gresini); 15. Brad Binder (KTM) 
  6. Fila: 16. Oliveira (KTM); 17. Mir (Suzuki); 18. Morbidelli (Yamaha) 
  7. Fila: 19. Dovizioso (Yamaha RNF); 20. Gardner (KTM Tech3); 21. Bradl (Honda). 
  8. Fila: 22. Pirro (Ducati Aruba); 23. Darryn Binder (Yamaha RNF); 24. Fernandez (KTM Tech3) 
  9. Fila: 25. Alex Marquez (Honda Lcr)

di: Federico ANTONOPULO

FOTO: ANSA/Enric Fontcuberta