Secondo quanto riporta il deputato russo Lugovoi, è morto per le conseguenze del Covid

È morto apparentemente per complicazioni da Covid-19, Dmitry Kovtun, l’agente russo 57enne accusato dalle autorità britanniche di aver avvelenato l’ex spia Alexander Litvinenko a Londra nel 2006.

A dare l’annuncio il deputato russo Andrei Lugovoi, inserito anch’egli nella lista dei sospetti UK per la morte di Litvinenko.

Proprio Lugovoi ha fatto sapere che Kovtun sarebbe morto in ospedale a Mosca per “conseguenze legate al Covid-19”.

di: Micaela FERRARO

FOTO: EPA