Un bambino di 8 anni è morto a Mariupol a causa di una mina esplosa in spiaggia. Secondo il portale InformNapal, il generale russo Roman Kutuzov sarebbe stato ucciso

Il capo dell’amministrazione statale regionale di Kharkiv Oleh Synegubov ha riferito che sono in corso bombardamenti nelle aree residenziali della città. L’amministratore ha chiesto ai cittadini di rimanere nei rifugi e non ignorare gli allarmi.

Secondo il portale InformNaplam, citato da Unian, il generale russo Roman Kutuzov sarebbe stato ucciso durante i combattimenti nei pressi dell’autostrada Artemivsk-Lysychansk, nell’Est dell’Ucraina. All’inizio di maggio l’intelligence degli Stati Uniti ha riferito che in Ucraina sono rimasti uccisi tra 8 e 10 generali russi.

Due persone sono morte a causa dell’esplosione di una mina sulla spiaggia di Peschanyi, a Mariupol. Una delle vittime era un bimbo di 8 anni. Lo ha riferito il consigliere del sindaco Petro Andryushchenko, citato da Unian.

Gli alleati occidentali dell’Ucraina “devono capire” che gli aiuti militari “non sono aiuti una tantum”, ma devono continuare fino alla “vittoria”.

La viceministra della Difesa ucraina Hanna Malyar, citata dalla CNN, ha lanciato un monito all’Occidente: gli aiuti militari non sono “una tantum” ma serviranno “fino alla vittoria”.

«Le armi hanno già cominciato ad arrivare – ha dichiarato Malyar – ma non bastano per dare una risposta molto forte all’esercito russo. Avremo sempre bisogno di aiuto, dato che siamo già entrati in una guerra prolungata».

Un video condiviso dalla polizia ucraina e diffuso dal Guardian mostra la sede per la distribuzione degli aiuti umanitari di Lysychansk rasa al suolo dai bombardamenti russi.

Più di 40 persone vivevano stabilmente nell’edificio, ma non sono state fornite informazioni su eventuali vittime.

di: Francesca LASI

FOTO: ANSA/EPA/SERGEY KOZLOV