Il segretario dem guarda alle prossime consultazioni per il rinnovo del Parlamento mentre il leader del Carroccio sottolinea le differenza

Enrico Letta, segretario del Pd, punta alla prossima legislatura con una maggioranza di centrosinistra.

Durante una visita a Jesi, in provincia di Ancora, ha detto ai giornalisti: «il Governo delle larghe intese termina con questo Parlamento, dopo le prossime elezioni politiche saranno i cittadini a decidere la maggioranza e noi puntiamo ad avere la maggioranza di centrosinistra che posa governare il Paese secondo un progetto riformatore e progressista».

«Saranno molto incentrate sui temi del lavoro» – ha aggiunto, riferendosi alle prossime consultazioni.

Dello stesso avviso è il leader della Lega, Matteo Salvini: «il Governo di responsabilità nazionale non è una possibilità nel 2023. Altri governi con il Pd, passata l’epidemia e finita la guerra, non ce ne saranno più – dice a margine di un evento elettorale a Lignano Sabbiadoro. – Alle prossime elezioni la Lega sosterrà una coalizione di centro destra che ha idee ben diverse dalla sinistra che vuole la tassa patrimoniale, lo ius soli, il ddl Zan. Noi vogliamo lavoro, lavoro, lavoro, quindi flat tax, pace fiscale, taglio delle tasse, la difesa della famiglia fondata sulla mamma, sul papà e sui bambini e non su altre cose».

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/GIANLUIGI BASILIETTI