Il nuovo ministro francese agli Affari europei frena sull’ingresso dell’Ucraina nell’Unione Europea

Il secondo Esecutivo della presidenza Macron non perde tempo e si immette nel dibattito sull’ingresso dell’Ucraina nell’Unione Europea.

Secondo il nuovo ministro francese per gli Affari europei Clement Beaune l’iter per l’ammissione di Kiev nell’Ue “sarà molto lungo” e ci vorranno “15 o 20 anni“.

Nel frattempo, aggiunge Beaune, sarà possibile favorire l’ingresso dell’Ucraina nella Comunità politica europea di cui recentemente ha parlato lo stesso Emmanuel Macron, in occasione della Festa dell’Europa (ne abbiamo parlato qui).

Beaune si è insediato da poco agli Affari europei, trovando posto nella nuova squadra di Governo presentata questa settimana dalla premier Borne (l’abbiamo vista qui).

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/EPA/STEPHANIE LECOCQ