I monsoni non danno tregua allo stato del Maharashtra, in India, mentre si scava tra fango e macerie alla ricerca di sopravvissuti

Il maltempo non accenna a dare respiro al mondo: dopo Germania, Belgio e Cina (leggi qui, qui e qui), ora anche l’India è soffocata dalla pioggia. Secondo le autorità degli stati indiani del Maharashtra, Karnataka e Himachal Pradesh sono 252 i morti a causa di frane e inondazioni che hanno colpito il Paese dopo le forti precipitazioni monsoniche nell’area di Mumbai. Molte vittime sarebbero rimaste sepolte negli smottamenti distretto di Raigad, a sud della megalopoli, mentre altre decine di morti sarebbero state causate dalle inondazioni nel Satara. A riferirlo è la stampa locale.

Ieri sono state evacuate migliaia di persone rimaste imprigionate sui tetti delle case o su imbarcazioni di fortuna nelle aree sommerse dall’acqua. Nel frattempo il Dipartimento meteorologico indiano ha previsto che le precipitazioni aumenteranno da oggi nelle pianure centrale del paese e nella regione himalayana occidentale.

Alcune delle vittime sono morte a causa del crollo di un edificio in una bidonville, a Mumbai, pochi giorni dopo le 34 persone decedute dopo il crollo di un muro sempre a causa delle piogge. In molti quartieri, inoltre, 20 milioni di abitanti sono al momento senza acqua. Alcuni quartieri della cittadina di Chiplun, 250 chilometri a sud di Mumbai, sono sommersi da oltre tre metri d’acqua a causa della fuoriuscita dagli argini del fiume Vashishti, nel Satara. Diverse regioni del Maharashtra sono al momento in allarme rosso a causa delle previsioni del dipartimento meteorologico indiano secondo il quale le piogge continueranno nel prossimi giorni.

Nel frattempo nelle aree interessate sono intervenuti la marina e l’aviazione militari per dare supporto ai soccorsi in cerca di eventuali sopravvissuti. Le operazioni, tuttavia, sono ostacolate dall’interruzione di importanti vie di comunicazione a causa delle frane, come ad esempio l’autostrada tra Mumbai e Goa.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: REUTERS