Due treni espressi si sono scontrati questa mattina nel sud del Paese dopo che il deragliamento di uno. Si cercano i dispersi tra le lamiere

Si contano i morti nel sud del Pakistan dopo l’incidente ferroviario avvenuto questa mattina all’alba. Come reso noto da un portavoce delle Pakistan Railways, la compagnia ferroviaria nazionale del Paese, il bilancio conta almeno 36 morti e 60 feriti, tra cui donne e bambini, mentre nelle carrozze potrebbe esserci intrappolato un numero ancora sconosciuto di persone.

L’incidente è avvenuto nel distretto di Ghotki, nella provincia del Sindh. Come confermato dal ministro delle Ferrovie, Azam Swati, e riportato dall’Associated Press, il Millat Express è deragliato andando a scontrarsi con il treno Sir Syed Express. Non si sa ancora nulla sui fattori che hanno causato il deragliamento in primis e lo scontro dopo.

Il Paese non sembra essere nuovo ad eventi di questo tipo: lo scorso marzo un altro treno era deragliato, sempre nella provincia del Sindh. Il convoglio partito da Karachi e diretto verso Lahore era deragliato intorno all’una di notte, il bilancio era stato di una vittima, una donna, e una trentina di feriti. Soltanto il mese prima, a qualche chilometro di distanza, era toccata la stessa sorte ad un treno merci carico di carbone. Secondo il comitato di alto livello istituito per indagare in merito ai deragliamenti le cause erano da attribuire alle condizioni fatiscenti in cui versavano i binari.